Per signore e signorine di ogni età

Pensavo di potermi dimenticare per un pò del grande dolore della mia vita, il razzismo anagrafico sulla donna, quando mi è ripiombato addosso…con la stessa dinamica:c'è sempre un paziente o una paziente che me lo riporta nello studio…in punta di piedi…in quella fase della visita medica che chiamiamo chatting…dove tra le pieghe del dolore fisico affiora l'anima…
Arriva una donna nel mio studio, 50 anni, una bella signora, curata, vestita con gusto, colta. Mi riferisce i suoi sintomi: dolori al petto, cardiopalmo, lieve incontinenza urinaria. Tutto questo da qualche mese. Avvio le indagini diagnostiche indicate ma danno tutte esito negativo: organicamente è sana. Indago l'aspetto psicologico. Le chiedo del suo uomore.
"Non è dei migliori in questo periodo"
"Da quanto tempo non è dei migliori?"
"Da qualche mese"
Realizzo che il peggioramento del suo umore coincide con l'epoca di comparsa dei sintomi.
Insisto ( un buon medico non si fa mai i fatti suoi…). Le chiedo se c'è stato qualche evento che ha condizionato il suo umore. Viene fuori che il marito, un tabaccaio, suo coetaneo, l'ha lasciata, per una 30enne, studentessa fuori corso di lingue, che già aspetta un figlio da lui.
La incoraggio:"Beh, così è la vita, le cose cambiano, ma dobbiamo reagire, si trovi anche lei un bel trentenne!"
Potevo risparmiarmela, vero? Già… L'avete mai sentito che un 30enne si mette con una 50enne? Ne parlo sconfortata con un collega. Mi risponde con sicurezza sfacciata e col tono solenne di chi dispensa verità: "Vedi, l'uomo a 50anni impazzisce letteralmente per le 20enni. E' un processo fisiologico contro cui non puoi niente…di fronte al quale, tu, indomabile dottoressa Rosa, sei una fallita…Ah Ah (risata del collega). E' la natura capisci? All'uomo a un certo punto accade esattamente quello che accade ai dobermann… che a una certa età impazziscono… Non puoi farci niente… Rassegnati. Ah (esclamazione) …conosco un bravo psichiatra per la tua paziente"
Bene, io dallo psichiatra per il momento la mia paziente ce la mando, non ha alternative poverina…e non ne ho io…ma giuro qui davanti a tutti che prenderò il mondo con la mia rabbia e il mio sangue che ribolle e le mie interiora che si contorcono e lo capovolgerò…quattro, cinque volte…finché tutta la cattiveria ne sarà uscita…prima fra tutte la diavoleria ( perché solo così è definibile) di fare di un essere umano come la donna un cibo a scadenza…Giuro qui davanti a tutti che dopo il mio passaggio questo mondo non sarà più lo stesso…
Signore e signorine di ogni età e nazionalità, non illudiamoci: quella donna e tante come lei vengono uccise da noi. Sì siamo noi donne ad ucciderci l'una con l'altra. Gli uomini a 50 anni impazziscono per la 20 enne: ma perché diavolo quella 20enne o 30enne o 35enne prima di mettersi col 40-50enne non riflette che il suo coetaneo maschio NON FAREBBE MAI LA STESSA COSA???. Finché le donne continueranno ad unirsi agli uomini più grandi e gli uomini continueranno a rifiutare le donne più grandi il rapporto uomo/donna ne sarà fortemente sbilanciato e per ogni 20-30enne che si metterà col 40- 50enne LA COETANEA DI QUELL'UOMO SARA' UN RIFIUTO UMANO…UN CIBO SCADUTO…
Non ho più fiato in gola, non ho più lacrime, mi sostiene il verso di un poeta:
"Se riesci a costringere il tuo cuore, i tuoi nervi, i tuoi polsi a sorregerti anche dopo molto tempo che non te li senti più ed a resistere quando ormai in te non c'è più niente tranne che la tua volontà che ripete "resisti"!
Amici…se riesco proverò a resistere…altrimenti… cambierò lavoro…

Per signore e signorine di ogni etàultima modifica: 2006-06-19T09:37:17+02:00da donnalibera62
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Per signore e signorine di ogni età

  1. resisti… io non impazzisco per le donne,la mia anima è legata alla radice a quella della mia ragazza…
    ho solo 24 anni ma penso di non fare cazzate del genere… a memoria storica mi sembra che non lo abbia ancora fatto nessuno nella mia famiglia…
    la genetica…
    mah…
    saluti
    luca

  2. Molto realistico il tuo post e leggendolo o sorriso con quel tipico sorriso che rileva una piega un pò amarognola e nel contempo di accettazione… . MA ATTENZIONE un’accettazion e dell’accadimen to, non la rassegnazione che è un’altra cosa. Solo non concordo con la parte finale, o almeno non del tutto… il peggior nemico non sono le altre donne (sarà che in qualche modo io le vedo tutte come mie sorelle, anche se alcune un pò stronze 😛 o diciamo meglio che non hanno ancora capito alcune cose), il peggior nemico siamo noi stesse che in cuor nostro diciamo che si è vero, siamo diventate di serie B… (PS: io combatto molto questa cosa tantè che a volte passo alla parte opposta… ehheheh… ho una visione di me troppo alta… me vedo di serie A con la stellina :P)

Lascia un commento